Non siano solo analisi e promesse

Fra pochissimo ci sono le elezioni europee e quelle per i Comuni. Su questo si innestano mal di pancia ed equilibrismi nella coalizione di centro-destra di cui continuano a scrivere affermati retroscenisti della Regione. Con i rapporti fra Saro (3 mandati da parlamentare con Forza Italia dal 2001) e Fedriga, e diatribe tra leghisti che vogliono la trazione leghista e leghisti più disponibili al car sharing. In questo clima, il rischio che il convegno di sabato scorso a San Pietro possa passare per una passerella elettorale di una parte del centrodestra c’è, inutile negarlo. L’ha paventato chiaramente dal palco anche un leghista della prima ora, già assessore di Lignano e ora nella giunta di Drenchia. Lo stesso convegno però è stato definito “Stati generali delle valli”, visto che “mai si erano visti tanti rappresentanti della giunta regionale da queste parti”.

Ora, che sia stata l’una o l’atra cosa, o anche entrambe assieme, è cosa da retroscenisti. Non sarebbe né la prima passerella né la prima volta che vengono qui rappresentanti della Regione (ricordiamo la Serracchiani col rastrello sul Matajur), né la prima analisi su debolezze e azioni per il rilancio del territorio. Importa di più che da quelle analisi e promesse si passi alla realtà. Positivo allora sottolineare che la Regione – vistosamente assente all’incontro di Tolmino in cui se n’è discusso – si stia effettivamente muovendo per partecipare al bando Interreg che mette a disposizione 750mila euro per la collaborazione istituzionale con la Slovenia.

Non meno importante il fatto che, durante il convegno, sia emerso come la questione slovena, per una crescente parte del centro-destra, non sia più né un indicibile tabù, né un collante, né un argomento buono per accaparrare voti, e che al contrario la minoranza linguistica sia un’opportunità. Disinnescare questa conflittualità è infatti una condizione imprescindibile per vincere la “scommessa” e far uscire dalla marginalità in cui è stato troppo a lungo confinato questo territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.