Per il secondo anno consecutivo calano gli iscritti nei due istituti comprensivi delle valli del Natisone. Fra pochi giorni, alla ripresa dell’anno scolastico, nelle scuole dell’infanzia ci saranno complessivamente 35 bambini in meno rispetto al 2016/2017. Un calo superiore al venti per cento che certifica, qualora ci fosse stato bisogno di ulteriori conferme in questo senso, il progressivo calo demografico in atto nelle valli del Natisone. Saranno infatti soltanto 39 i nuovi iscritti nati nel 2014 più qualche “piccolo” del 2015. 17 nelle tre scuole dell’infanzia che fanno capo all’istituto comprensivo con una sola lingua di insegnamento (4 ad Azzida, 4 a Pulfero e 9 a San Leonardo) e 22 nella scuola bilingue Paolo Petricig.
Alcune indicazioni sulle nuove nascite tuttavia, mostrano che dal 2018/2019 potrebbe esserci una lieve inversione di tendenza.
La popolazione scolastica delle scuole primarie invece mostra complessivamente un aumento di 12 iscritti rispetto all’anno scorso. Alla Paolo Petricig ci saranno 142 alunni, 148 (94 a San Pietro e 54 a San Leonardo) all’Istituto comprensivo monolingue. Per 68 di loro, il prossimo 11 settembre, sarà il primo giorno di scuola (37 gli iscritti alla prima elementare bilingue divisi in due sezioni, 21 alla scuola primaria monolingue di San Pietro, 10 a San Leonardo).
Sostanzialmente stabile, meno due iscritti rispetto allo scorso anno scolastico, il numero di studenti (196 in tutto) delle scuole secondarie di primo grado: 59 frequenteranno la Paolo Petricig, 137 la Dante Alighieri (99 a San Pietro, 38 a San Leonardo).