Dopo la firma di tutti i Comuni del versante italiano e sloveno che aderiscono al cluster transfrontaliero è arrivato anche il sostegno ufficiale dell’amministrazione Regionale del Friuli Venezia Giulia. Il sostegno al progetto è stato esplicitato dall’assessore alle autonomie locali Pierpaolo Roberti che ha incontrato lo scorso 27 agosto a Udine Alan Cecutti, sindaco di Taipana, già indicato come capofila del progetto per i comuni del versante italiano.

“La Regione sostiene sempre – ha affermato Roberti a margine dell’incontro – i sindaci che decidono di mettersi insieme per lavorare e risolvere problematicità dei loro territori, soprattutto quando i Comuni che amministrano sono estremamente piccoli e scontano tutta una serie di difficoltà: in questo caso l’unione fa la forza e, nel caso specifico, l’aver coinvolto i Comuni della fascia confinaria della Slovenia è un ulteriore rafforzamento”.
“Questa strategia comune – ha aggiunto Roberti – permette alla Regione di avere un interlocutore più forte, in grado di progettare interventi di largo respiro e di interesse per un’area omogenea che deve superare problematiche serie come quelle dello spopolamento creando opportunità di sviluppo economico”.

Inizialmente prevista per il prossimo primo settembre, è slittata alla fine del mese invece la presentazione ufficiale congiunta del progetto del cluster ai rappresentanti di Regione e Governo sloveno.