La trasformazione delle scuole di Njivica in scuole con insegnamento bilingue italiano-sloveno può avvenire solamente mediante l’istituzione nella Terska dolina di una sezione distaccata dell’Istituto comprensivo bilingue di San Pietro al Natisone. È questo il sunto della nota inviata dall’Ufficio Scolastico Regionale al Comune di Bardo e che il sindaco Guido Marchiol ha letto ai genitori dei bambini che frequentano le scuole comunali, durante un incontro tenutosi il 5 giugno.
Nel documento dell’Ufficio Scolastico Regionale si evidenzia “che la richiesta posa sull’art. 12, comma 6, della Legge 38/2001, che effettivamente ammette la predetta possibilità o mediante l’istituzione di scuole bilingui o, come nel caso che qui interessa e che risulta allo stato l’unica praticabile, con l’istituzione di una sezione distaccata di una scuola bilingue in essere e quindi, nel caso, della scuola bilingue di San Pietro al Natisone”.bardo_sola
Il sindaco Marchiol ha aggiunto che nel corso di un colloquio avvenuto il 29 maggio con l’assessore regionale Panariti e il rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale Giacomini, questi ha ulteriormente chiarito che la trasformazione sarà progressiva e, inizialmente, interesserà solo la scuola d’infanzia e le prime due classi della primaria.
Al termine dell’incontro è stata data la parola ai genitori per eventuali osservazioni da riferire ai competenti organi regionali in vista di un nuovo già preannunciato incontro.