Il comune di San Pietro al Natisone ha deciso di adire le vie legali nei confronti della ditta che ha eseguito i lavori di ristrutturazione sull’edificio di viale Azzida della scuola bilingue Paolo Petricig.

Quanto deliberato dalla giunta, lo scorso 10 settembre, spiega il sindaco Mariano Zufferli “è un atto dovuto visto che l’impresa, sollecitata più volte dall’amministrazione per un’infiltrazione dalla copertura dell’edificio, non ha mai fornito alcuna risposta”. Si tratterebbe, secondo Zufferli, di una riparazione non particolarmente onerosa sulla quale però il comune non può intervenire, nonostante sia proprietario dell’immobile.
Spiega infatti il sindaco che essendo il danno provocato da mancanze nell’esecuzione dei lavori imputabili alla ditta vincitrice dell’appalto (l’A. T. I. costituita da Futura Costruzioni S.r.l. di Milano ed Edilimpianti srl di Pian di Camuno – BS -) qualora intervenisse il comune potrebbe incorrere in una violazione e finire nel mirino della
Corte dei conti.

Di qui quindi, la scelta di interessare la ditta prima, si legge nella delibera, “con la segnalazione dei danni debitamente documentati con immagine fotografiche agli atti”. Non avendo ricevuto risposte adeguate circa la soluzione del problema, la scelta di ricorrere alle vie legali e quindi di nominare un avvocato.