Il Consorzio tra le Pro Loco Torre Natisone – Tôr Nadison – Ter Nediža ha avviato il 10 dicembre il progetto “Da Famiglia a Famiglia – Un aiuto concreto dalla famiglia delle Pro Loco alle famiglie del Friuli”, pensato per dare un contributo a chi è in difficoltà a causa della crisi economica generata dall’epidemia di Covid-19 e donare loro un Natale più sereno. I partner dell’iniziativa, sostenuta anche dal Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale tra le Pro Loco d’Italia (Unpli) e da singole Pro Loco, raccoglieranno le donazioni fino al 17 dicembre, chi vuole contribuire può farlo tramite bonifico bancario sul conto:
Banca Intesa San Paolo – Filiale di Buttrio 
Codice IBAN: IT45 V030 6963 6931 0000 0000 180
Causale: Erogazione liberale per l’iniziativa “Da Famiglia a Famiglia”
Poi, in collaborazione con la catena di generi alimentari all’ingrosso Vivo Friuli, che applicherà un prezzo conveniente per far rendere al meglio la somma raccolta, saranno comprati generi alimentari di prima necessità. Gli alimenti  saranno donati al Banco Alimentare del Friuli Venezia Giulia, organizzazione no profit che aiuta 300 enti caritativi convenzionati, che assistono circa 47 mila indigenti in regione.
“Noi Pro Loco del territorio – ha spiegato il presidente del Consorzio Torre Natisone Gianfranco Specia – siamo come una “grande” famiglia, molto unita e sempre pronta ad aiutare il prossimo. In questo caso sono le tante “piccole” famiglie, anche nelle nostre comunità, che a causa di questa situazione difficile legata all’emergenza coronavirus non riescono più a provvedere al sostentamento. Purtroppo i casi sono in aumento, come ci hanno raccontato dal Banco Alimentare, al quale prima di procedere con l’acquisto dei beni chiederemo quali siano gli alimenti di cui c’è più bisogno. Chiunque donerà una cifra al progetto darà un aiuto concreto a chi è in difficoltà e contribuirà a regalare a grandi e bambini un Natale più sereno”.