Dopo vent’anni a Taipana riapre un negozio di generi alimentari

Dopo circa vent’anni nel paese di Taipana riapre un negozio di generi alimentari. È ‘La buteghe di Taipane’, un’iniziativa di cui si è fatta promotrice l’amministrazione comunale, che attraverso un bando ha affidato la gestione alla cooperativa di comunità Pancoop di Paluzza. Riaprire un negozio in un Comune di montagna con 600 abitanti ha evidentemente anche un altro significato, oltre che quello commerciale: diventa un luogo di relazioni, dove la gente si riconosce nella propria storia, nelle parole, nei volti.
Per il sindaco Alan Cecutti, primo degli intervenuti all’inaugurazione avvenuta sabato 23 aprile, “si tratta di uno dei servizi fondamentali, che serve a mantenere l’economia sul territorio, noi sosterremo questo percorso lavorando assieme alla Direzione montagna della Regione”. Sull’esperienza della Pancoop (nata come forno cooperativo dell’Alto But nel 1907, oggi gestisce un negozio multifunzionale e una biblioteca a Treppo Ligosullo e si occupa di distribuzione di pasti) hanno quindi parlato Paolo Felice (Legacoop Fvg), il sindaco di Treppo Ligosullo, Luigi Cortolezzis, e il presidente della cooperativa, Aulo Maieron. “Questo negozio ha senso di esistere perché deve diventare un punto di riferimento per la comunità di Taipana”, hanno rimarcato. Infine Massimo Moretuzzo, consigliere regionale di Patto per l’Autonomia, parlando dell’esperienza di una cooperativa del Medio Friuli che ha da poco aperto un panificio di comunità in centro a Udine, ha affermato come con l’apertura del negozio di Taipana “si sta violando una legge, quella del libero mercato, secondo il quale non è un problema se le piccole botteghe chiudono, basta avere una buona connessione e si ordina via internet. È una sciocchezza che rischia di affossare definitivamente le nostre comunità, mentre i negozi di prossimità come questo rappresentano una sfida per il futuro di questi territori.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.