Elezioni parlamentari slovene: nei sondaggi elettorali primeggia SDS di Janša

A circa dieci giorni dalle prossime elezioni politiche slovene, previste per domenica 3 giugno e che vedranno ai nastri di partenza 25 partiti (non tutti presenti in tutte le otto circoscrizioni elettorali della Slovenia), il partito di destra SDS rimane in vetta nei sondaggi elettorali, che in ogni caso continuano a mostrare una grande frammentazione nelle intenzioni di voto degli elettori sloveni. Tra gli oltre 1.100 intervistati dall’agenzia Mediana per RTV Slovenija il 15% voterebbe infatti i democratici di Janez Janša. Al secondo posto troviamo la lista di Marjan Šarec, sindaco di Kamnik e principale avversario di Borut Pahor alle ultime presidenziali, con il 10 %, mentre al terzo ci sono i socialdemocratici (SD) di Dejan Židan che sono scesi al 4,8%. Seguono SMC del premier dimissionario Miro Cerar, DeSUS e la Sinistra. Oltre un quinto gli indecisi (22,8%). Prendendo in considerazione solo chi afferma che andrà certamente a votare, la classifica rimane invariata, ma le percentuali cambiano, con SDS che raggiunge il 20%.

Anche secondo i risultati del primo tracking poll commissionato dai quotidiani Dnevnik e Večer i principali favoriti sono i democratici (SDS) che potrebbero sfiorare il 25%. Al secondo e terzo posto anche in questo caso, ma molto più arretrati, troviamo la Lista di Marjan Šarec e i socialdemocratici. Va aggiunto però che secondo questo sondaggio il 41% è ancora indeciso.

Nel frattempo sono già state inviate le schede elettorale ai cittadini sloveni residenti all’estero che votano tramite posta. In totale sono 96.769 (nel 2014 erano 71.558). Tra queste ci sono anche 6.372 schede inviate a cittadini sloveni residenti in Italia. Per i residenti all’estero c’è anche la possibilità di votare nelle sedi consolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.