Giornalisti in e-bike nelle valli del Natisone

Lo sviluppo del turismo slow, e in particolare del cicloturismo, nelle valli del Natisone, necessita di un’attenta e mirata promozione del territorio e delle opportunità di fruizione che offre ai visitatori anche al di fuori dei confini della regione.

Con questo intento Promoturismo Fvg ha ospitato anche nelle valli del Natisone i giornalisti specializzati di otto testate (Ladra di biciclette, Vanity fair, Corriere della sera, Men’s health, Viaggiare in bicicletta con gusto, Sprt 24H, Rai 1 e Cyclist) che nella giornata del 21 luglio hanno avuto modo di sperimentare le opportunità offerte dalle valli del Natisone attraverso la bluenergy e-bike route.

Il tour promozionale è stato realizzato con il supporto degli operatori e delle associazioni turistiche locali che hanno partecipato al Circolo di studio “Costruire un’offerta di rete per le Valli del Torre e Natisone” organizzato dal Torre Natisone GAL, e il coordinamento dell’Ufficio IAT valli del Natisone-Nediške doline.

Alcune tra le associazioni locali più rappresentative per la promozione del turismo (, SMO – Istituto per la cultura slovena, Vallimpiadi, Natisoneoutdoor, Invito a pranzo nelle valli del Natisone, Associazione produttori Schioppettino a Prepotto), hanno presentato il territorio e la sua dimensione transfrontaliera attraverso un tour in e-bike con tappe a San Pietro al Natisone (dove hanno visitato il museo Smo e degustato la gubana, dolce tipico del territorio), Caporetto (con visita al museo della Grande Guerra), le trincee della prima guerra mondiale sul Kolovrat, i prati stabili di Tribil e in particolare la Kamenica e il santuario di Castelmonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.