Guida al voto per le Politiche di domenica 4 marzo

Domenica 4 marzo (seggi aperti dalle 7 alle 23) gli elettori riceveranno una scheda elettorale per ciascuna camera, quindi una per la Camera e, se hanno almeno 25 anni, una per il Senato.

LE SCHEDE
Ogni scheda è divisa in un certo numero di aree separate tra loro, corrispondenti a ciascun partito o coalizione.
All’interno di ogni area c’è in testa uno spazio rettangolare con un unico nome: è il candidato scelto da ogni coalizione – o partito – nel collegio uninominale in cui risiediamo. Sotto lo spazio rettangolare ci sono una serie di caselle con un simbolo di partito e un certo numero di nomi, dai due ai quattro. Sono le singole liste dei candidati dei partiti che formano la coalizione, che a sua volta sostiene il candidato di cui sopra; i nomi sotto al simbolo sono i nomi dei candidati di quel partito nel collegio proporzionale.

COME SI VOTA
Si possono fare al massimo due segni sulla scheda: si può barrare il nome del candidato al collegio uninominale che preferiamo e poi scegliere una delle liste che lo appoggiano. Non è possibile scegliere un candidato all’uninominale e un partito di una coalizione diversa da quella di quel candidato. Una volta scelto un candidato uninominale, è possibile scegliere solo e soltanto una delle liste che lo appoggiano. Se si sceglie una lista in un’altra coalizione, la scheda viene annullata.
Altra cosa importante: non sono previste le preferenze. Si può votare una lista, ma non scegliere a quale candidato di quella lista dare il vostro voto.

RIASSUMENDO
– Si riceve una sola scheda per la Camera e una sola scheda per il Senato.
– Si può votare facendo un solo segno oppure due, basta che entrambi i segni siano fatti nell’area della scheda che spetta a un’unica coalizione.
– È possibile votare un candidato all’uninominale e, con un secondo segno, scegliere una delle liste che lo appoggiano.
– Si può scegliere anche solo il candidato all’uninominale o solo una delle liste, ma il voto sarà comunque ‘trascinato’ rispettivamente anche sulle liste o sul candidato.
– Non si può votare una lista diversa da quelle che appoggiano il candidato che abbiamo scelto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.