A poco più di un anno dal suo insediamento il governo sloveno guidato dal premier Marjan Šarec perde il suo quinto elemento. Iztok Purič (SAB), ministro per lo sviluppo e coesione europea, ha infatti rassegnato le dimissioni adducendo motivazioni personali. Purič, che si è detto in ogni caso molto soddisfatto del lavoro svolto, aveva sostituito nove mesi fa Marko Bandelli, costretto a dimettersi a novembre scorso (leggi QUI). Oltre a Bandelli e ora Purič si sono dimessi nei mesi scorsi anche i ministri della cultura Prešiček, dell’ambiente Leben e della salute Fakin.