podpolicaIl consiglio comunale di Pulfero ha approvato con i voti della maggioranza, contrari i consiglieri dell’opposizione, il rendiconto di gestione per l’anno 2015. Buona parte del dibattito però, nel corso della seduta del 13 luglio, è sata dedicata al rischio – più che concreto – che quest’anno non si tenga a fine luglio la Festa sul Natisone a Podpolizza. Ad aprire il tema in consiglio è stato il capogruppo di minoranza Piergiorgio Domenis che ha chiesto al sindaco se fosse vero che la società Torean-Real Pulfero che, in virtù di una convenzione con il comune, gestisce il campo sportivo adiacente all’area festeggiamenti abbia rifiutato di concedere gli spazi della struttura per i tornei di pallavolo e calcetto che la Pro Loco Natisone organizza in occasione della Festa.
Sollecitazione ripresa dal consigliere Alessia Remondini che ha ricordato come proprio sul campo sportivo l’amministrazione comunale abbia realizzato diversi interventi investendo fondi pubblici e che dunque, venendo meno la disponibilità della struttura per la festa sul Natisone, ci sarebbe un mancato ritorno in termini di servizi per i cittadini.
Da parte sua il sindaco Camillo Melissa ha replicato facendo il resoconto di quanto avvenuto sin dal mese di agosto 2015. Sollecitata dall’amministrazione sin da quella data infatti la Pro Loco Natisone non ha accolto i diversi inviti a partecipare ad un confronto con l’amministrazione per organizzare per tempo l’evento. Incontro fra le parti che è avvenuto solo la settimana precedente il consiglio, ha spiegato Melissa. In quell’occasione è emerso che la società Torean-Real Pulfero, presente alla riunione, ha da poco realizzato a proprie spese l’intervento di semina per ripristinare il manto erboso del campo in vista dell’inizio del campionato di calcio. E quindi si è opposta alla richiesta della Pro Loco visto che i tornei di calcetto e pallavolo in questo periodo avrebbero inevitabilmente rovinato il fondo.
Il sindaco, rispondendo a Remondini, ha ricordato che nella convenzione stipulata con la società, l’amministrazione ha comunque facoltà di utilizzare gli spazi del campo sportivo per lo svolgimento di proprie attività. Ma che, visto il ritardo con cui la Pro Loco ne ha chiesto l’utilizzo e visto l’investimento del Torean-Real Pulfero, non se la sarebbe sentita di sfruttare questa clausola.
A nome della società che ha in gestione la struttura è intervenuto dai banchi della maggioranza anche il consigliere Severino Cedarmas che ha auspicato soluzioni alternative all’utilizzo del campo che mettano d’accordo entrambe le parti visto che, ha sottolineato, non c’è stato alcun ricatto nei confronti della Pro Loco Natisone. Domenis ha quindi espresso il proprio rammarico per la situazione ricordando come proprio i tornei sportivi abbiano garantito alla Festa sul Natisone un certo seguito e costituiscano un importante momento di aggregazione soprattutto per i giovani. Senza le attività sportive quindi, ha ribadito Domenis, organizzare la festa quest’anno non avrebbe alcun senso.
Quanto ai temi più strettamente finanziari relativi al bilancio Melissa ha passato in rassegna gli interventi realizzati dall’amministrazione, fra cui i lavori di asfaltatura nella frazione di Montefosca e sulla strada per Pegliano. La sistemazione della barriere sulla viabilità per Mersino e, appunto, gli interventi nell’area del campo sportivo. Per un bilancio chiuso con 217.606,81 euro di parte disponibile. Frutto di una gestione “oculata” l’ha definita il capogruppo dell’opposizione Domenis ma, anche, di una scarsa propensione agli investimenti, senza contare il disagio per i cittadini visto l’accorpamento dell’ufficio per le pratiche edilizie che si trova ora a Cividale. Da qui quindi il voto contrario dei quattro consiglieri di minoranza.