“La bellezza naturale di queste valli e le loro peculiarità storico culturali confliggono con il progressivo spopolamento e il costante aumento dell’età media degli abitanti.
Alle difficoltà strutturali dell’economia locale si sommano quelle politico-amministrative per la mancanza di finanziamenti stabili con il cosiddetto Fondo montagna e di adeguate risorse umane, anche a seguito dell’attuazione-imposizione del sistema delle UTI. Andrà sostenuta la possibilità di far accedere queste zone ai Progetti d’Area finalizzati a sostenere i sistemi socio-economici di aree marginali, nonchè un sistema di agevolazioni volto a promuovere e mantenere la residenzialità in loco.”