Alessandro Fraleoni Morgera (M5S) sulla riforma degli enti locali: “Non obbligheremo nessun Comune ad accorparsi con un altro né impediremo ad alcuno di farlo nel caso se ne presenti la possibilità. La riforma che ha partorito le Uti ha portato molte polemiche e ancora più spaccature: ci sono stati anche molti sindaci che hanno deciso di aderire ma “turandosi il naso” per non essere discriminati dalla stessa Regione. La giunta Serracchiani voleva unire e invece ha diviso il territorio: è stata una riforma nata male fin dall’inizio ed imposta dall’alto senza ascoltare i sindaci ed i loro cittadini.
Il MoVimento 5 Stelle permetterà che le municipalità si uniscano se vivono situazioni territoriali che sono simili tra loro: faremo questo senza snaturare le identità che già esistono. Uno dei nostri obiettivi è quello di spingere per la formazione di processi partecipativi per quanto riguarda la pianificazione e la programmazione dello sviluppo territoriale di area vasta. Infine ci teniamo a specificare che tutti i trasferimenti che la Regione a 5 Stelle farà agli enti locali saranno valutati in base a costi standard ponderati.