San Pietro, Pulfero e Stregna, tutto (quasi) pronto per le comunali

È fissato per le 12 del 15 aprile il termine ultimo per la presentazione di liste e candidati sindaco alle prossime elezioni comunali. Inevitabile quindi che si stia schiarendo in questi giorni il quadro delle varie sfide che interessano i comuni delle valli del Natisone.
A San Pietro, il più grande dei cinque comuni chiamati alle urne (insieme a Stregna, Pulfero, Grimacco e San Leonardo) la maggioranza uscente dovrebbe puntare sull’attuale vice-sindaco Mariano Zufferli. Il condizionale però è d’obbligo visto che quello che sarebbe il successore naturale dell’attuale sindaco Tiziano Manzini (che non può correre per la poltrona di primo cittadino, avendo raggiunto il limite dei due mandati consecutivi) ha preferito non rilasciare dichiarazioni in merito.
Tutto fatto invece sul versante opposto, dove La lista civica-La nostra terra punta a riprendersi le redini del comune candidando il consigliere provinciale Fabrizio Dorbolò. Dopo aver consultato la propria base, infatti, la civica ha sciolto le riserve e – dice lo stesso Dorbolò – starebbe limando gli ultimi dettagli sui nomi dei candidati consiglieri.fabriziodorbolo “Abbiamo un gruppo con tanti volti giovani, nuovi e motivati – le parole di Dorbolò – con cui stiamo costruendo un programma solido, concreto e attento alle esigenze dei cittadini.” Dorbolò – che in caso di elezione a sindaco ha già annunciato le proprie dimissioni da consigliere provinciale – insiste soprattutto su quella che definisce “la necessità per San Pietro di tornare ad essere centro propulsivo per le valli del Natisone e non ridotto a periferia di Cividale: i dieci anni dell’amministrazione uscente ci hanno messo in condizione di subalternità rispetto alle decisioni dei comuni della pianura”.
Cambiamenti in vista anche a Pulfero dove il sindaco Piergiorgio Domenis lascerà la carica dopo tre mandati. La maggioranza uscente ha scelto un nome nuovo per confermarsi alla guida del Comune. Il candidato sindaco sarà infatti Stefano Pollauszach (classe 1969) che risiede a Brischis ed è dipendente della Faber di Cividale.pollauszach
In via di definizione, si starebbero limando gli ultimi dettagli, anche i nomi dei 12 candidati consiglieri che lo sosterranno. Fra questi è certa la partecipazione di Domenis: “Abbiamo ritenuto, condividendo questa scelta con tutto il gruppo dei nostri sostenitori – dice Domenis – di creare una squadra che, da un lato, offra una certa garanzia di continuità e che, dall’altro, sia in grado di portare energie e idee nuove con cui costruire il futuro di questo comune”.
Scelta per certi versi opposta quella dell’opposizione che, salvo sorprese dell’ultimo minuto, punta tutto su Camillo Melissa. Residente a Tarcetta Melissa ha una lunga esperienza politica alle spalle essendo stato anche consigliere provinciale per il Psdi.
Giochi fatti anche a Stregna. Il sindaco Mauro Veneto correrà per un secondo mandato e – dice – la lista di candidati è ormai pronta. “Squadra e programma – dice Veneto – saranno nel segno della continuità con quanto di buono è stato fatto per il nostro comune in questi ultimi cinque anni”.
L’attuale opposizione invece ha scelto il cambiamento e propone per la carica di sindaco il giovane Luca Postregna (classe 1984), già portavoce del movimento FreePlanine per la difesa dell’integrità dei prati stabili del comune contro la discussa variante urbanistica voluta dalla maggioranza uscente, che starebbe organizzando un gruppo tutto nuovo.
***

Skupaj z evropskimi volitvami 25. maja bodo tudi številni prebivalci občin v videmski pokrajini, kjer je zgodovinsko prisotna slovenska narodna skupnost, volili svoje župane. Na volišča se bodo odpravili upravičenci iz Srednjega, Špetra, Podbonesca, Sv. Lenarta, Grmeka, Prapotnega, Tipane, Barda, Ahtna, Naborjeta-Ovčje vasi in Rezije. Rok za vložitev kandidatur zapade 15. aprila, tako da so priprave na volitve povsod v polnem teku.
V Špetru bo kandidat leve sredine slovenski pokrajinski svetnik Sel Fabrizio Dorbolò, ki ga podpira občanska lista. “Leva sredina bo na teh volitvah nastopila složno. Sestavljamo listo, v kateri bo precej mladih in novih imen. Upamo, da bo to priložnost za preporod Nadiških dolin,” je povedal županski kandidat. Naslednik Tiziana Manzinija na čelu desnosredinske liste bi moral biti podžupan Mario Zufferli, ki pa zaenkrat še ni želel potrditi svoje kandidature.
srednjeV Podbonescu, kjer Piergiorgio Domenis, ki je občinsko upravo vodil zadnjih petnajst let, ne more več kandidirati, je sedanja večina za svojega županskega kandidata izbrala Stefana Pollauszacha iz Brišč (Brischis). Lista dvanajstih imen, ki ga bo podprla, je prav tako že skoraj dokončna, na njej pa bo tudi sedanji župan Domenis, saj želijo imeti ekipo, v kateri bodo poleg novih obrazov tudi izkušeni upravitelji. Kandidat opozicije pa naj bi bil, kot kaže, Camillo Melissa iz Tarčeta, ki ima za sabo dolgo politično kariero. Bil je tudi pokrajinski svetnik Psdi.V Srednjem se bo v vrstah desne sredine za drugi mandat potegoval župan Mauro Veneto, ki je tudi že izbral svojo ekipo in ima pripravljen program, saj želi nadaljevati po poti, ki jo je začrtal pred petimi leti. Svojega kandidata je določila tudi opozicija. To bo tridesetletni Luca Postregna, uradni govorec gibanja FreePlanine, ki se je borilo za zaščito travnikov na občinskem ozemlju in proti spremembi prostorskega načrta, s katero bi omogočili gradnjo agriturizmov na teh travnikih. Mladi kandidat naj bi pripravljal skupino, v kateri bo precej novih obrazov.