santoroTra Comune di San Pietro al Natisone e Regione piena intesa almeno su un punto: l’obiettivo primario è il completamento dei lavori di ristrutturazione della sede della scuola bilingue di viale Azzida, compreso un ampliamento del progetto originario sul quale la giunta regionale dovrebbe deliberare – finanziamento compreso – già questa settimana. Ne hanno convenuto venerdì 27 marzo l’assessore regionale alle infrastrutture, Mariagrazia Santoro, ed il sindaco Mariano Zufferli, durante un incontro nella sede municipale. L’iniziativa è stata delle due organizzazioni slovene SKGZ (Unione culturale economica slovena) e SSO (Confederazione delle organizzazioni slovene) per la provincia di Udine, che avevano incontrato precedentemente l’assessore regionale per spiegare la propria posizione sul futuro di un istituto comprensivo che vedrà iscritti, nel prossimo anno scolastico, 262 alunni.
Iniziati da alcuni mesi, i lavori di ristrutturazione di viale Azzida si dovrebbero concludere alla fine del 2015. La struttura non sarà però sufficiente per ospitare tutte le classi dell’istituto, da qui la richiesta alla Regione, da parte del l’amministrazione comunale, di un ulteriore finanziamento. Il problema, a questo punto – e a rilevarlo è stata l’assessore Santoro – è che di richieste ne sono state presentate, da ottobre a marzo, ben tre, con tre diverse somme indicate come necessarie per eseguire i lavori.  “Fino ad ora i numeri sono stati ballerini…”, ha detto Santoro al sindaco, chiedendo che il Comune indichi subito, di concerto con la dirigenza scolastica, quale è il progetto di completamento delle opere per il quale si intende richiedere il finanziamento. I tempi sono strettissimi, come detto la giunta regionale dovrebbe deliberare i suoi interventi per le infrastrutture scolastiche già nei prossimi giorni. Salvo cattive sorprese, dunque, il completamento delle opere si effettuerà “in modo che venga fatto un investimento giusto, necessario e sufficiente”, ha affermato l’assessore regionale.