Sono sei i partner sloveni, tra cui il Kozjanski park, che fino al settembre dell’anno prossimo parteciperanno ad un progetto, cofinanziato dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, che vuole avvicinare le riserve della biosfera, riconosciute dall’Unesco, ai cittadini, promuovendo l’equilibrio tra uomo, natura e patrimonio culturale, collegando tutte le riserve slovene, favorendo lo scambio e la trasmissione di buone prassi e la promozione comune dei territori. Tramite il progetto si intende quindi tutelare l’eredità naturale e culturale e, al contempo, migliorare le condizioni reddittuali degli abitanti.