Sarà il giovane e affermato scrittore sloveno Goran Vojnović uno dei protagonisti della quarta edizione di Mittelibro, evento collaterale del Mittelfest ideato e organizzato da La Libreria di Piero Boer e dal circolo di cultura sloveno Ivan Trinko. Vojnović, tre volte vincitore del premio Kresnik, sabato 7 luglio, alle 18, nella chiesa di S. Maria dei Battuti presenterà il suo romanzo tradotto in italiano per le edizioni Forum di Udine ‘Jugoslavia, terra mia’. Protagonista del libro è il giovane Vladan, che digitando su internet il nome di suo padre, ufficiale dell’Esercito popolare jugoslavo dato per morto in guerra nel 1992, scopre qualcosa che spinge a un’ossessiva ricerca del risorto genitore per le impervie vie dello spazio geografico balcanico. Converserà con l’autore Michele Obit.
Mittelibro prenderà il via il giorno prima, venerdì 6 luglio, alle 20.30, nella chiesa di S. Maria dei Battuti, con la presentazione del romanzo della scrittrice di origine serba Elvira Mujčić ‘Dieci prugne ai fascisti’. Sabato 7 luglio alle 10.30 ci sarà la prima delle due colazioni letterarie che si terranno presso l’ex serra dei giardini pubblici Parco Italia. Ospite sarà lo scrittore pordenonese Enrico Galiano con il suo ultimo romanzo ‘Tutta la vita che vuoi’. Domenica 8 luglio, per la seconda colazione letteraria, stesso luogo e stessa ora, ci sarà Pietro Maroè con il suo libro ‘La timidezza delle chiome’.
L’ultimo appuntamento di Mittelibro 2018 sarà sempre domenica, alle 19, nella chiesa di S. Maria dei Battuti. Massimiliano Santarossa e Angelo Floramo converseranno sui temi trattati da Tito Maniacco nel suo ‘I senzastoria’ ristampato da poco da Biblioteca dell’immagine.