È iniziata sabato 2 settembre e proseguirà fino a sabato 16 la proposta culturale ‘Through Landscape’, progetto realizzato dal Comune di Stregna con il contributo della Regione e affidato all’associazione culturale Tinaos, che ha sede a Trieste. Due anni fa c’era stata la prima, in formato minore, esperienza a Drenchia, quest’anno il progetto è stato ampliato – come ha spiegato il presidente dell’associazione, Tommaso Tuzzoli, presentando l’iniziativa sabato 2 a Tribil superiore – grazie ad un bando di residenza al quale hanno risposto diverse compagnie proveniente, oltre che dall’Italia, anche da Francia, Austria e Slovenia. Alla fine ne sono state scelte quattro, che soggiornano in questi giorni nelle Valli del Natisone, dove presenteranno i risultati della propria esperienza su questo territorio. È proprio l’interscambio tra chi proviene dall’esterno e chi vive nelle Valli, il dialogo tra popolazione e artisti in residenza, il senso del progetto, come è stato spiegato rimarcando soprattutto la grande importanza degli elementi naturali e culturali presenti in queste zone.
Quattro, dicevamo, le compagnie selezionate sulle 18 che avevano presentato domanda. ‘Equilibrio dinamico’, che vengono da Bari, proporranno un progetto di danza contemporanea basato sul rapporto tra uomo e natura, ‘ErosAntEros’ si rifà all’opera dantesca con ‘Dalla luce del mosaico all’immagine profetica’ (assieme a Davide Sacco è presente Agata Tomsic, che vive a Ravenna ma fa parte della minoranza italiana in Slovenia), ‘Bending Road’, dal bergamasco, si rifà al teatro di strada ed alle arti circensi, con la regia di uno spettacolo affidata ad un artista internazionale come Jean Paul Denizon, storico attore di Peter Brook, infine ‘Rosvita Pauper’, compagnia romana che proporrà una rappresentazione tragicomica. Ci saranno poi le partecipazioni ‘extra’. Sono quelle di ‘Alp Quart’ dall’Austria con il progetto di un’opera concettuale tra fotografia e video, e di ‘Assoli/Tinaos’ con ‘Studio su Ahmed il filosofo’ di Alain Badiou, uno tra i più grandi filosofi viventi.
Importante, è stato più volte ribadito a Tribil, il coinvolgimento delle amministrazioni (sono coinvolti, oltre a Stregna, i Comuni di S. Leonardo, Grimacco e Savogna) e delle associazioni locali. Che si sono presentate a partire dai Nediški tonkači, presentati da Gino Qualizza (si esibiranno oggi, mercoledì 6, alle 19 a Cravero) all’associazione Malin-Mill di cui ha parlato il presidente Davide Lepori (un percorso climatico sul sentiero che porta alle cascate di Kot, sotto Altana, viene proposto venerdì 8 dalle 18.45), dai Nediški puobi di Cicigolis, che interagiranno con la band Mechanical Tales e con l’artista visuale Eleonora Sovrani (sabato 9 alle 19 nella grotta di S. Giovanni d’Antro) al Beneško gledališče che, martedì 12 alle 18, proporrà nell’ex scuola di Tribil superiore un suo spettacolo sulla Cividale di un tempo. Alla Grande Guerra sarà invece dedicata la proiezione in anteprima del documentario ‘24 ottobre 1917 – Caporetto’ realizzato da Marcello e Teresa Terranova (domenica 10 alle 18 ancora a Tribil superiore).
Coinvolti a vario titolo anche la Proloco Nediške Doline, l’associazione Srebrna Kaplja, la Polisportiva Tribil Superiore, l’Albergo Diffuso Valli del Natisone e l’Agriturismo Božica.
Oltre alle prove aperte delle varie compagnie, da segnalare ancora il gran finale con la festa di chiusura presso il circolo Potok a Oblizza con il concerto di Gushi & Raffunk ed il dj set a cura di Steve Nardini (sabato 16 dalle 20.30).
Il programma completo sul sito www.throughlandscape.com.