Anche quest’anno l’associazione Kobilja glava ha organizzato una serie di attività che ravviveranno l’estate nel Comune di Drenchia a cominciare da domani, 31 luglio quando, alle ore 20 presso il Rifugio Solarje, Boris Kante e Nada Golija esporranno, con la conferenza dal titolo ‘Se more! – Si puo’, le iniziative ecocompatibili attuate nella Valle dell’Isonzo al fine di ampliare l’offerta turistica sul territorio. Una settimana dopo, giovedì 7 agosto, sempre alle ore 20 a Solarje, Michele Coren presenterà una conferenza dal titolo ‘Al se naredi? – Ma lo facciamo o no?’ portando l’attenzione su ciò che sarebbe possibile fare nelle Valli del Natisone seguendo l’esempio dei colleghi sloveni ed altri.SOLARJE
Venerdì 8 agosto alle ore 20, a Drenchia inferiore il Beneško Gledališce presenterà la commedia Hipnoza (in caso di brutto tempo lo spettacolo teatrale verrà proposto nella sala consigliare di Cras di Drenchia). Sabato 9 agosto, a partire dalle 16, sarà dedicato alla riscoperta di quei mestieri oramai perduti. A Oznebrida ci sarà la possibilità di assistere alla dimostrazione di come si batteva il grano, si realizzava un tetto di paglia, si lavavano i panni con la cenere (luh) e di come si trasformava il vello di pecora in filo di lana usando l’arcolaio. Giovedì 14 agosto ci si ritroverà alle 16 presso il Rifugio Solarje assieme all’Associazione Srebrna kaplja per preparare gli ‘snopici’ per la festa della Rožinca, che avrà luogo il giorno dopo presso la Chiesa di Cras di Drenchia. L’appuntamento è per mezzogiorno con la santa messa cantata dal coro Rečan, la processione, la benedizione dei mazzolini e, infine, il pranzo presso Cras (Razpotje) accompagnato dalle musiche tradizionali.