garufi0“Bisogna verificare alcuni elementi tecnici ovvero eventuali intoppi burocratici per arrivare alla migliore soluzione per la scuola bilingue. Da una parte abbiamo un progetto definito e con finanziamento già assicurato ed alcune spese già sostenute, dall’altra, a fronte dell’incremento del numero di bambini e ragazzi, questa nuova opzione del ‘college’. Al momento non scartiamo nulla, dobbiamo accertarci che la seconda proposta sia realizzabile e che i costi già sostenuti per il progetto di ristrutturazione della vecchia sede possano essere ammortizzati. Dobbiamo poi fare attenzione a non prolungare ulteriormente i tempi. Questo va fatto nell’arco temporale di due, tre mesi: quanto servirà alla Regione per intervenire e rendere utilizzabili i fondi bloccati dal patto di stabilità.” Così il Commissario di Governo del Friuli Venezia Giulia Francesca Adelaide Garufi ha riassunto l’esito della conferenza dei servizi tenutasi giovedì 6 marzo a S. Pietro e dedicata ai problemi della bilingue.