Una giornata splendida ha favorito il successo dell’ottava edizione della “Val Resia Vertical Kilometer”, in programma a Stolvizza sabato 7 luglio. Sono stati infatti ben 152 i podisti che si sono misurati sul straordinario sentiero, tirato a lucido dai giovani appassionati di questa disciplina.
A tagliare per primo il traguardo è stato lo sloveno Luka Kovačič della società Dynafit KGT Papež con il tempo record di 39 minuti e 32 secondi. Dietro a lui Michael Galassi della Timaucleulis con il tempo di 40′ e 23″, al terzo posto Tiziano Moia della Gemonatletica in 40′ 39″, al quarto posto lo sloveno Nejc Kuhar della Sportiva Team in 41′ 07″ ed al quinto lo sloveno Simon Alič dello ŠD Nanos Podnanos, vincitore di cinque edizioni, che ha concluso con il tempo di 42’23”.
Nel femminile podio tutto locale: la vittoria è andata a Carla Spangaro della Timaucleulis che ha concluso la sua prova con il tempo di 54′ 02″, alle sue spalle con il tempo di 54’43” Cecilia De Filippo, seguita da tre atlete del Team Aldo Moro di Paluzza, nell’ordine Rosi Martin in 58′ 11″, Alice Cescutti in 59′ 06″ e Caterina Bellini in 59′ 07″.
Notevoli le prestazioni degli atleti locali tra cui merita un plauso Tarcisio Chinese, nono nella classifica generale con il tempo di 48′ 59″. Da segnalare anche i buoni risultati ottenuti da Gian Carlo Adami, Chiara Di Lenardo, Roberto Foladore e dall’assessore comunale di Resia Franco Calligaris che ha realizzato il tempo di 1h30’37”. Quattro i podisti delle valli del Natisone che hanno gareggiato per i colori del Gsa Pulfero ed hanno ottenuto i seguenti piazzamenti: decimo Giorgio Turel, ventunesimo Amedeo Sturam (Moz), sessantaduesimo Stefano del Zotto e sessantottesimo Lorenzo Cozzarolo.
Sono seguite le premiazioni con i presidenti degli Alpini Antonio Buttolo e Giancarlo Quaglia di ViviStolvizza. A conclusione grande festa presso la Baita Alpina.
All’ottima riuscita della manifestazione, organizzata dall’Associazione Fiveevents in collaborazione con l’Associazione ViviStolvizza, hanno contribuito il Parco Naturale delle Prealpi Giulie, il Comune di Resia, la Protezione Civile (squadra comunale di Resia e Villa Santina), il Corpo Forestale Regionale, il Soccorso Alpino, la Croce Rossa Italiana, i dottori Cristina Barbarino e Guido D’Orlando, la Guardia di Finanza di Sella Nevea, il gruppo Alpini “Sella Buia”, il “Museo dell’Arrotino”, il “Museo della Gente della Val Resia” e Credifriuli di Resia. Particolarmente apprezzata la musica resiana all’inizio della salita che ha dato coraggio a tutti i partecipanti.