Grande successo per “Su e Ju pa Sclavania bike”, in 94 in bicicletta attraverso le Valli del Natisone

Prima della partenza della corsa (Foto di Antonello Venturini)

Quasi un centinaio di ciclisti dal FVG e dal Veneto, la gran parte in MTB e un piccolo gruppo con le bici a pedalata assistita (E-Bike), ha partecipato domenica 29 luglio alla “Su e Ju pa Sclavania Bike 2018”, prima edizione di una bike marathon non competitiva e ecologica, organizzata dal G.S. Azzida.

Mariano Zufferli (Foto di Antonello Venturini)

Dopo le indicazioni ai partenti a cura di Antonello Venturini, presidente della società locale, e il saluto del sindaco di San Pietro al Natisone Mariano Zufferli, è stato dato il via nei pressi del “Bar Rinascita” di Azzida. Da lì un vero e proprio su e giù nelle valli del Natisone, con 4 tratti sterrati (1°da Purgessimo quasi fino a Castelmonte, 2°da Seuza a Bajar di Stregna, 3°da Clastra al Passo San Martino, 4°da Oballa-Mersino a Sorzento) e con tratti su strada asfaltata.

©Giovanni Celeghin

Sono state affrontate tre salite impegnative: Castelmonte da Purgessimo, Passo San Martino da Clastra-Grimacco e Montemaggiore da Cepletischis.

©Giovanni Celeghin

Il percorso totale era di 69 km con 2.235 metri di dislivello, ma c’era la possibilità di accorciarlo in quanto gli organizzatori hanno predisposto diverse possibilità di uscita.

©Giovanni Celeghin

La fatica dei partecipanti è stata in ogni caso ripagata da uno splendido viaggio nelle valli del Natisone in mezzo alla natura e alla riscoperta di piccoli borghi.
Grande soddisfazione per il Gs Azzida, che ha già preannunciato la prossima edizione, sempre in modalità non agonistica. (at)

©Giovanni Celeghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.