Tra i protagonisti della “Notte dei Nostri 11”, premio che il quotidiano Messaggero Veneto organizza da quasi trent’anni e che quest’anno era dedicato ai migliori giocatori della passata stagione 2017/2018 nei campionati di Eccellenza, Promozione e Prima categoria, troviamo anche rappresentanti delle Valli del Natisone e del circondario, ambiente che storicamente “produce” giocatori di buon livello: il centrocampista della Valnatisone Davide Comugnaro, classe ‘99, nella formazione ideale della Promozione, e due giocatori della Forum Iulii di Gagliano, l’attaccante Gabriele Miano, classe ‘85, l’anno scorso in forza alla Serenissima di Pradamano, ed il portiere Filippo Bovolon, classe ‘95, nell’undici ideale della Prima categoria. Inoltre, tra i migliori allenatori della stagione scorsa, troviamo in Promozione Roberto Peressoni, tecnico del Flaibano che fino alla stagione2016/2017 allenava la formazione maggiore della Valnatisone. A San Pietro era ritornato, a distanza di una ventina d’anni dalla prima esperienza, nel novembre 2014.
Proprio alla Valnatisone Peressoni aveva allenato anche il ventenne centrocampista di San Leonardo Davide Comugnaro, che ha esordito nel campionato di Promozione nel 2016. Nella stagione scorsa Comugnaro aveva collezionato con la Valnatisone, con cui gioca anche quest’anno da “fuoriquota”, 27 presenze e 2 reti. Quattro volte è stato nominato dal giornale come miglior giocatore della settimana nel suo ruolo. A riprova del suo talento e della qualità delle sue prestazioni anche le offerte ricevute dalle società blasonate regionali di Lega Pro Pordenone e Triestina, attualmente prima e seconda in classifica nel girone B. Il centrocampista valligiano ha scelto però di rimanere alla Valnatisone per concentrarsi nello studio universitario.
L’articolo completo nell’edizione cartacea del Novi Matajur del 26 dicembre